Topic-icon Obbligo rendicontazione dei dischi trasmessi

Di più
11/07/2017 17:17 #83498

posta qui la comunicazione cosi la si legge tutti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15/07/2017 11:55 #83536

news da AER-ANTI in pdf

news REA in jpg

Allegati:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
15/07/2017 13:05 #83537

Grazie per l'inoltro

tutto il resto del pianeta dopo l ' 11 Luglio e' andato in vacanza ....fors esi faranno sentire qualche giorno prima dell ' 11 ottobre

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • rvllaradio
  • Avatar di rvllaradio
  • Offline
  • Elite Member
  • Elite Member
  • Ve le suoniamo di santa ragione
Di più
17/07/2017 09:50 #83543

Ecco cosa ho ricevuto stamane nella pec da itsright:
Gentile Dott. Pratesi,
innanzitutto grazie per il materiale che ci ha inviato.
ITSRIGHT è stata fondata nel 2010 e gestisce i diritti connessi al diritto
d’autore in ambito musicale, per conto sia di artisti interpreti esecutori
(AIE) sia di produttori discografici.
Oggi rappresentiamo direttamente oltre 5.000 artisti e musicisti e 200
Produttori discografici indipendenti italiani ed esteri nonché più di
150.000 artisti stranieri attraverso accordo con decine di organizzazioni
collettive sparse nel mondo: informazioni più dettagliate sono disponibili
sul nostro sito web www.itsright.it.
La informiamo che stiamo lavorando per adeguarci alle nuove disposizioni e
per offrire servizi utili a chi come Voi utilizza musica per il proprio
business. Per questo stiamo definendo nuove procedure che riteniamo potranno
nel prossimo futuro sollevarVi da alcuni adempimenti e facilitarVi
nell’utilizzo delle opere discografiche da noi gestite.

Infine, profittando dell’autonomia negoziale che la stessa legge esorta le
parti interessate ad esercitare, nonostante gli obblighi a Vostro carico
previsti all’articolo 23 circa l’invio del report, siamo a proporLe di
negoziare una deroga a tale obbligo, nell’attesa di fissare un primo
contatto telefonico e verificare insieme la possibilità di un prossimo
futuro incontro. L’incontro sarà anche l’occasione per sottoporVi i nostri
servizi per un accesso agevolato e senza oneri burocratici al vasto
repertorio da noi amministrato.
Siamo fin da subito a disposizione per fornirVi tutto il supporto necessario
e tutte le informazioni riguardo la nostra attività.

In calce all’email trova tutti i miei contatti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • rvllaradio
  • Avatar di rvllaradio
  • Offline
  • Elite Member
  • Elite Member
  • Ve le suoniamo di santa ragione
Di più
17/07/2017 09:51 #83544

su quel computer sistema operativo window xp

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
17/07/2017 10:47 #83545

e che vogliono.... pure sto tempo da perdere?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Media Stream
  • Avatar di Media Stream
  • Offline
  • Premium Member
  • Premium Member
  • Fabrizio Tripaldi
Di più
17/07/2017 18:26 #83549

di fatto ora ci verrà fuori un casino se ogni azienda che gestisce diritti si fa viva.. occorre che facciano chiarezza al più presto e che si torni a pagare un solo elemento che poi tramite rendicontazione sposti i relativi soldi


Media Stream di Fabrizio Tripaldi
Consulenze Radiofoniche.
www.mediastreamsolution.com

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • radiogammastereo
  • Avatar di radiogammastereo
  • Offline
  • Premium Member
  • Premium Member
Di più
17/07/2017 19:02 #83550

Mi viene da sorridere ( per modo di dire ). Per me è una buffonata. Crediamo davvero che si metteranno a leggere tutti i report, canzone per canzone, per poi pagare i diritti a chi di dovere? Ogni 24 ore di trasmissione, quanti brani vanno in onda? Moltiplichiamoli per 30 giorni e i mesi che ci chiederanno ogni volta, e moltiplichiamoli il tutto per quante emittenti siamo in Italia.
Questo è, secondo me, l'ennesimo tentativo per far sparire qualche altra radio locale, zoccolo duro dei network.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
18/07/2017 09:07 #83553

Media Stream ha scritto: di fatto ora ci verrà fuori un casino se ogni azienda che gestisce diritti si fa viva.. occorre che facciano chiarezza al più presto e che si torni a pagare un solo elemento che poi tramite rendicontazione sposti i relativi soldi


Parole Sante!!!
Invece di proporre servizi a pagamento le Associazioni di Categoria dovrebbero iniziare a parlare:
- quota massima percentuale da assegnare agli aventi diritto per la parte dei connessi (2% del fatturato fino ad un massimo di Euro....)
- quota minima annuale da pagare ad esempio €1200 posticipata (ovviamente)
- rendicontazione automatica sulla base dei report inviati (100€ vanno a Tizio, 5€ a Caio, €1095 a Sempronio)

Scusate stavo sognando... :lol: :lol: :lol: Magari ci fosse la Santa Siae per distribuire il tutto...

Paolo F.

Ringraziano per il messaggio: Media Stream

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
18/07/2017 10:31 #83556

tutto si basa sui diritti, è il business che attualmente va per la maggiore.
in maniera ingiusta secondo me.
1 Fai una festa, paghi i diritti su un cd che hai comprato ma che non ti danno il permesso da ascoltare in pubblico, ok, ma di questo quanto va veramente all'autore?
2 pubblichi un video mentre prepari una torta e metti un sottofondo musicale: youtube ti dice che non puoi monetizzare tu, ma l'autore della musica: ingiusto! perce chi guarda il video lo fa per la torta, non per il sottofondo..
3 ci sono centinai di siti di testi di canzoni, nessuno ha un numero siae.. perchè se pubblichi un testo non devi pagare i diritti?

4 piccole radio private: fanno un favore alla musica proponendo e pubblicizzando brani.. io personalmnte ho ricevuto un sacco di proposte di artisti emergenti.. quanto costa far passare il mio disco?
Questo non va bene, perchè nelle radio nazionali (ormai il network è passato, è come parlare di compagni e camerata :) ) c'è un controllo "a pagamento" da parte delle major su cio che deve e non deve andare, una sorta di "cartello" musicale, ed ecco che nasce il sospetto che tutto cio sia fatto per 2 scopi: eliminare concorrenza al sistema di "cartello musicale", eliminare frequenze che fanno concorrenza alle nazionali togliendo ascolti, disturbando il segnale, e aumentando i costi alle nazionali, infatti molte frequenze tattiche vengono tenute a 15.000 / 20.000 watt perchè a poki khz c'è quelche radio locale che puo dar fastidio..

e visto che si parla di complotti contro noi piccoli.. e si fa coming out.. tiro fuori un'argomento TOSTO:

FREQUENZE ESTERE IN ISOFREQUENZA CON LE NOSTRE RADIO LOCALI ITALIANE!!!!
qualcuno si è mai chiesto come mai (qui in puglia) ci siano radio come TOP ALBANIA ecc che modulano esattamente sulle frequenze delle radio locali?
abbiamo isofrequenza su radio rama , salento, queen, queen italia, manbassa ecc ecc, MA ANCHE ALTRE NAZIONALI!!! il risultato è che avvicinandosi alla costa non si sentono ne le italiane e ne le albanesi, non solo! se vai in barca e i allontani dalla costa in base alla posizione della barca senti o la radio albanese o quella italiana.. dunque è tutto inascoltabile..
se da google maps vai in albania vedi che le antenne installate sulle colline sono direttive puntate sull'italia.. dunque.. a cosa servono??? per far ascoltare la radio a chi naviga in acque albanesi? e allora perchè mettere wattaggi così elevati, chi spenderebbe tanti soldi per la corrente per uscire fuori dalla zona interessata???
ED ECCO CHE UN TECNICO TIRA FUORI UNA "VOCE" CHE FA RIFLETTERE
SEMBREREBBE CHE UNA RADIO PUGLIESE, L'UNICA ANON AVER ISOFREQUENZE E QUINDI NELLE SUE MOLTEPLICI FREQUENZE ANCHE RIPETUTE CON SEGNALE OTTIMO ANCHE IN MARE SEMBRA CHE ABBIA INSTALLATO QUEI RIPETITORI E CHE PAGHI A SUE SPESE TUTTE LE BOLLETTE DELLA CORRENTE, OVVIAMENTE IN ACCORDO CON LA RADIO ALBANESE CHE ALLA FINE AUMENTA, TEORICAMENTE, IL SUO BACINO D'UTENZA..
OVVIAMENTE PER CONTESTARE I DISTURBI NON è POSSIBILE, DAL MOMENTO CHE IL MINISTERO DELLE TELECOMUNICAZIONI NON PUO' INTERVENIRE FUORI DALL'ITALIA..
quando si dice.. delitto perfetto..
OVVIAMENTE SOLO UNA TEORIA, UNA FAVOLETTA.. NULLA DI DIMOSTRABILE (salvo controlli su movimenti esteri.. ma viste le tante attività correlate.. il nero dilaga)

dimenticavo, questa radio "pugliese" ha una valenza nazionale e anch'essa è nel giro delle grosse, tanto da vantare rapporti con artisti grossi concessi dalle major per eventi dal vivo.. perchè non credo che vengano pagati dal momento che in un'evento con piu artisti, il comune dà una sovvenzione che non coprirebbe nemmeno l'1% del cascè di uno di quei artisti e se si somma il faturato annuale di tutti gli sposor non si arrivrebbe a pagarne nemmeno il 50% :D :D :D

Ultima Modifica: 18/07/2017 10:40 da radiofonico.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
18/07/2017 10:47 #83557

mi permetto di intervenire anche se molto brevemente.
La 35/17 non ha nulla a che vedere con l'incasso dei diritti connessi anche dopo la liberalizzazione e il superamento del DPCM del 75 sulla misura del compenso all'art. 73 della LdA (fissata allora, salvo diversi accordi tra le parti, al 2%).
Diversamente da prima, oggi si è costretti a chiudere un accordo con le collecting di cui si utilizzano le registrazioni (DPCM 2 febbraio 2015 che comprende anche le utilizzazioni al 73-bis) che rispondono ai requisiti richiesti dal DPCM 19 dicembre 2012, ovvero sono nell'elenco che l'AGCOM pubblica sul proprio sito con le imprese che hanno comunicato l’inizio delle attività e che risultano in possesso dei requisiti di cui all’articolo 8 (DLgs 35/17).
così come viene pubblicato anche l'elenco delle imprese "che non risultano essere più in possesso dei requisiti di cui al medesimo articolo e, con le medesime modalità, ogni altra comunicazione di pertinenza"

Le informazioni che vi sono richieste servono a stabilire una più equa e precisa remunerazione agli aventi diritto, secondo le indicazioni del DLgs 35/17 di recepimento della Direttiva UE (Branier) e di cui quegli organismi, sono rappresentanti, salvo che non vi siano utilizzazioni illecite, ovvero non autorizzate e fatto salvo il diritto della stessa collecting di prendere accordi diretti con voi, "saltando" cioè eventuali associazioni di categoria.
Fatto salvo questa "opportunità", sarà sempre la SIAE (su mandato delle coillecting ed SCF se non ricordo male già lo fa sia con le radio, che con le disciteche, per esempio) a poter incassare direttamente da voi i proventi derivanti dalla vostra attività, di utilizzo delle registrazioni (art. 73 e 73-bis) che essendo legate direttamente al diritto d'autore, necessita di una rendicontazione analitica (diversamente da quello di copia, art. 72 che è nelle mani esclusive del produttore e viene concesso solo per un utilizzo tecnico di caricamento sul server di messa in onda).

La logica quindi, se mi permettete, è "ribaltata". Se utilizzate un dato autore col suo connesso (produttori e esecutori/interpreti) allora lo pagate perché autorizzati, se non lo utilizzate ... non gli dovete nulla, neppure una rendicontazione.

Ultima Modifica: 18/07/2017 10:57 da Morpheus.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
18/07/2017 11:29 #83558

Morpheus ha scritto: mi permetto di intervenire anche se molto brevemente.
Fatto salvo questa "opportunità", sarà sempre la SIAE (su mandato delle coillecting ed SCF se non ricordo male già lo fa sia con le radio, che con le disciteche, per esempio) a poter incassare direttamente da voi i proventi derivanti dalla vostra attività, di utilizzo delle registrazioni (art. 73 e 73-bis) che essendo legate direttamente al diritto d'autore, necessita di una rendicontazione analitica (diversamente da quello di copia, art. 72 che è nelle mani esclusive del produttore e viene concesso solo per un utilizzo tecnico di caricamento sul server di messa in onda).

Questo è il contratto FM e mi sembra che al momento non c'è accordo di collecting tra SIAE e SCF&Co.
www.siae.it/sites/default/files/Condizio...nzaRadioLocali_0.pdf

Morpheus ha scritto: La logica quindi, se mi permettete, è "ribaltata". Se utilizzate un dato autore col suo connesso (produttori e esecutori/interpreti) allora lo pagate perché autorizzati, se non lo utilizzate ... non gli dovete nulla, neppure una rendicontazione.

Ok d'accordo, io non utilizzo un tale autore ma come faccio a sapere se devo versare a uno o l'altro se si continua a non poter accedere al loro elenco effettivo/aggiornato? La radio fa radiodiffusione e i fonografici fonografeggiano... quindi prendete il CSV che la radio fm spedisce e dite quante e quali opere vengono utilizzate del vostro repertorio e poi si paga...

Ho l'idea che in tutta questa confusione vogliano incassare più soldi del dovuto e "benedetto" dalle associazioni (mio personale punto di vista).

Ciauz. Paolo F.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.168 secondi

MB STUDIO HOME / LITE / PRO

MB STUDIO PRO / LITE MB Studio trasforma il computer in una stazione radio. Suona, mixa, sovrappone automaticamente voce e musica, jingles, pubblicita', notiziari. Riproduce stazioni radio web o satellitari e scarica automaticamente notiziari o rubriche da internet. Oltre al player multitraccia, include anche un CD audio ripper. La versione PRO Incorpora anche un jukebox musicale automatico via sms e/o emails.

MB RECASTER PRO

video reel32MB RECASTER PRO comprende un registratore audio con schedulatore dedicato, trasmissione Webcast verso qualunque server Shoutcast, Icecast o Windows Media, funzione AutoDJ che permette di suonare files casuali da una lista di 4 cartelle, ricevitore URL che vi permette di registrare un qualunque flusso audio esterno o ritrasmetterlo al vostro server (transcoder), un convertitore di files audio da/a qualunque formato.

MB LIVE

MB LIVEMB LIVE è un software per la trasmissione di audio in diretta da postazione esterna a studio centrale. Questo programma, sfrutta una qualsiasi connessione TCPIP e dispone di codifiche audio MP3 e OPUS. E' fornito gratuitamente insieme al programma MB STUDIO PRO.