Topic-icon Obbligo rendicontazione dei dischi trasmessi

Di più
03/07/2017 15:13 #83296

Paolo F. ha scritto: aspettiamo che l'elefante (SIAE) partorisca il topolino e magari si risolve tutto come un semplice report stile web.


Vedrai che alla fine bastera' "inviare qualcosa" e tutti saranno contenti.


Il forum non sostituisce il servizio di assistenza tecnica. Per ricevere assistenza tecnica andare a questa pagina: www.newradio.it/client/submitticket.php?step=2&deptid=4
Pour signaler un problème, lisez ici: www.mbradio.it/fr/soutien/guide/713-sout...signaler-un-probleme
Ringraziano per il messaggio: Claudio Tatananni

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
03/07/2017 17:32 #83299

MB SOFT ha scritto: Vedrai che alla fine bastera' "inviare qualcosa" e tutti saranno contenti.


:)


Claudio Tatananni
Radio Dimensione Musica
Via delle Fiocine, 4 - 00054 Fiumicino (RM)
Tel. 066583882 Fax 066520570

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Radio Studio 2000
  • Avatar di Radio Studio 2000
  • Offline
  • Platinum Member
  • Platinum Member
  • Radio Studio 2000
Di più
03/07/2017 18:26 #83300

e come verrà rendicontata la musica messa durante una diretta da qualche locale con la consolle del dj presente?
o se mandiamo in onda un cd? o vinile?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
03/07/2017 18:31 #83301

Buongiorno, leggo molta agitazione - ma anche involontaria disinformazione - riguardo all'entrata in vigore del Decreto 35/2017.
Mi sfugge soprattutto il motivo per il quale AerAnti Corallo abbia seminato autentico, e a mio avviso del tutto immotivato, panico.

La norma prevede in modo molto chiaro (ma bisgona saper leggere tutti gli articoli, non solo le sanzioni di quando sarà a regime!) che sia la SIAE a creare (entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, quindi ENTRO L'11 OTTOBRE) modulistiche, regolamentazioni, modalità di scambio delle informazioni tra società di gestione dei diritti. La norma dice anche che tali procedure devono essere presentate da SIAE al Ministero dei Beni culturali che le deve ovviamente approvare.
Questo accadrà, come detto, entro 180 giorni. E' quindi evidente che, data la situazione transitoria e l'assenza di indicazioni dalle società di Gestione dei diritti (SIAE in testa), nessuno può inviare informazioni o moduli senza sapere cosa o a chi.
In ogni caso: saranno le società di gestione a chiedervi le informazioni, e di questo potete state tranquilli, perchè.. è nel loro interesse. Se vi scrive una società di collecting con cui non avete una licenza dovete semplicemente rispondere loro che avete una licenza con Siae (immagino l'abbiate..) e che - fino a definizione delle norme sul passaggio delle informazioni - è a loro che si devono rivolgere.

Su ciò che ci verrà chiesto, anche se per certi versi è effettivamente contenuto nel decreto, possiamo al momento fare solo ipotesi:
Se vogliono gestire agevolmente il lavoro di ripartizione dei diritti alle altre società: ci verrà chiesto un report periodico con un semplice elenco dei brani trasmessi (interprete, titolo, autore) e quante volte è stato trasmesso tale brano nel periodo.
Se vogliono fare dei controlli tra cosa dichiariamo e cosa effettivamente trasmettiamo, ci verranno chiesti dei report analitici col trasmesso giorno per giorno: in tal modo però si copriranno di files ingestibili Una radio non stop trasmette circa 113.000 brani all'anno, le duemila radio (per difetto) iscritte siae genererebbero quindi circa 230 milioni di righe di report, solo per le radio Ecco perchè penso che, col buon senso, sceglieranno la prima soluzione.
Riguardo alla periodicità dei report, con ogni probabilità il report sarà almeno trimestrale: la legge dice infatti che i diritti devono essere corrisposti agli autori entro 90 giorni dall'utilizzazione.
Per sola informazione: Siae già usa - per il report delle web radio - il formato elettronico CSV, normalmente compilabile e utilizzabile con Excel di Microsoft Office.

Concludo con un sincero invito a chi usa files senza i tag degli autori: fatevene una ragione e cominciate ad attrezzarvi, perchè mi sembra evidente che:
1) Per legge dovete essere proprietari di copie originali AUTENTICHE di Cd o files acquistati digitalmente: se non fosse così non rischiate solo la multa, ma la galera perchè i files senza possesso dell'originale sono pirateria musicale (reato ora penale);
2) tutti i software o piattaforme oggi esistenti (tipo Shazam) sono in grando di darvi, al massimo, gli INTERPRETI. I dati di Autori, etichetta, data di pubblicazione sono normalmente presenti nei files M4A che si acquistano su iTunes.
In un post precedente avevo comunque postato il link al motore di ricerca della Siae per rintracciare gli autori deibrani.

Magari - tramite il buon Maurizio Burato che ringrazio (a nome, penso di molti) per il servizio che sta svolgendo - vediamo se è possibile mettere in piedi un database di brani/interpreti/autori da consultare all'occorrenza o rinvenire nelle risorse?
Un saluto e grazie.

Ringraziano per il messaggio: MB SOFT

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
03/07/2017 19:31 #83302

bravo Francesco, dissento sul punto 1) ma bravo a ribadire quanto era piuttosto chiaro anche da una lettura non troppo approfondita del Decreto
;)

Ringraziano per il messaggio: francescodalcorso1

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • rsunshine
  • Avatar di rsunshine
  • Visitatori
  • Visitatori
03/07/2017 19:39 #83303

Bravo Francesco!
Infatti, nessuno si deve preoccupare dalle allarmistiche notizie pubblicate e diffuse da alcune fonti associative e Co. :)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
03/07/2017 19:44 #83304

Solo per precisare che i 180 giorni, e quindi la scadenza dell' 11 ottobre e le relative sanzioni, riguarda la scadenza "tra società di gestione dei diritti" e i relativi assetti interni.
Mentre il termine dei 90gg dall'entrata in vigore della norma è riferita agli "utilizzatori".
E' di tutta evidenza che il legislatore ha pasticciato, o meglio, alla norma ci hanno messo mano troppe persone, come spesso accade in Italia, e quindi la stessa non sarebbe applicabile nei confronti degli "utilizzatori" (le radio) in quanto non c'è stata la obbligatoria concertazione tant'è che il comma 3 dell'art. 23 impone che “Gli organismi di gestione collettiva devono concordare in buona fede le informazioni da fornire, le modalità e i tempi nei contratti con gli utilizzatori, anche tenendo conto degli standard adottati su base volontaria dal settore”.
Ad ogni modo CNRT ha inviato nei giorni alla Siae l'allegata nota.

This browser does not support PDFs. Please download the PDF to view it: Download PDF

Allegati:
Ultima Modifica: 03/07/2017 19:47 da Primaradio.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
03/07/2017 23:14 #83310

Più leggo queste righe e più mi rendo conto della quantità in mani di cazzate che stanno venendo fuori... Uno dei post più lunghi poi.. sì parte con un ragionamento bello è giusto ma poi si finisce completamente fuori binario scrivendo una quantità mondiale di cavolate. In ambito radiofonico non credo che sia essenziale scrivere l'autore l'etichetta e chi più ne ha più ne metta... Sono dei dati che chiunque dovrebbe gestire questi diritti dovrebbe.. ripeto conoscere... Se io vado in autostrada devo sapere che devo andare massimo a 130 non spetta a me sapere qual è il numero di articolo e comma che vado ad infrangere.. non parliamo poi dell'ultima minchiata che bisogna avere tutti i file originali taggati.. ma come??? Io mi sono passato 12000 dischi in vinile con la TSC quando un tag nemmeno esisteva visto che i vecchi file WAV non li avevano.. e poi se proprio dobbiamo mettere i puntini sulle i i file che tu acquisti online non servono per la radiodiffusione.. Infatti c'è il caso di alcuni cantanti che teoricamente in radio non potrebbero essere passati perché richiedono delle autorizzazioni speciali.. ce ne sono centinaia di sentenze che parlano di questo.. infatti puntualmente arrivano tonnellate di file di artisti piu o meno famosi via email.. senza bollino ne siae ne di altri.. la liberatoria? Non sempre c'è perche se un'artista autorizza tutte le emittenti fm, a quanto pare non serve.. per le web radio il discorso cambia.. ma che volete, non pagate nla di tasse non avete spese di nulla comprate sti cakkio di file

Ultima Modifica: 03/07/2017 23:21 da radiofonico.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
04/07/2017 10:24 #83311

io mica ho capito il tuo post Radiofonico

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
04/07/2017 10:49 #83312

circolare Aer-Anti . aggiornamento sulla questione

Allegati:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
04/07/2017 11:02 #83313

andydj ha scritto: circolare Aer-Anti . aggiornamento sulla questione


Si sono resi conto di non esser riusciti a buttarci in bocca al coccodrillo e adesso stanno correndo ai ripari per pararsi il culo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
05/07/2017 09:14 #83319

circolare Aer-Anti . aggiornamento sulla questione: ATTO SECONDO

nuove news fresche fresche.

Allegati:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.177 secondi

MB STUDIO HOME / LITE / PRO

MB STUDIO PRO / LITE MB Studio trasforma il computer in una stazione radio. Suona, mixa, sovrappone automaticamente voce e musica, jingles, pubblicita', notiziari. Riproduce stazioni radio web o satellitari e scarica automaticamente notiziari o rubriche da internet. Oltre al player multitraccia, include anche un CD audio ripper. La versione PRO Incorpora anche un jukebox musicale automatico via sms e/o emails.

MB RECASTER PRO

video reel32MB RECASTER PRO comprende un registratore audio con schedulatore dedicato, trasmissione Webcast verso qualunque server Shoutcast, Icecast o Windows Media, funzione AutoDJ che permette di suonare files casuali da una lista di 4 cartelle, ricevitore URL che vi permette di registrare un qualunque flusso audio esterno o ritrasmetterlo al vostro server (transcoder), un convertitore di files audio da/a qualunque formato.

MB LIVE

MB LIVEMB LIVE è un software per la trasmissione di audio in diretta da postazione esterna a studio centrale. Questo programma, sfrutta una qualsiasi connessione TCPIP e dispone di codifiche audio MP3 e OPUS. E' fornito gratuitamente insieme al programma MB STUDIO PRO.