La guadia di finanza fa retromarcia

  • Topic Author
29 Oct 2009 10:41 - 29 Oct 2009 15:06 #42815 by
Ieri la guardia di finanza ha visitato la sede  Veronese di Radio Universal.
Volevano copiare tutti file presenti nei  computer  per la solita storia della SCF  dei dirtti connessi .
Il buon Paolo Bassi  titolare dell’emittente si è opposto verbalmente e quasi fisicamente all’irruenza dei tre finanzieri.Dopo  4 ore di accesi confronti verbali e con telefonate ai carabinieri, al capo dei finanzieri , ed all’avvocato,  Paolo ha    fatto notare per l'ennesima volta che la radio  è in regola con contratto siae e con i versamenti dovuti  e che “loro” sono in forza allo stato e non ai privati  ed  la siae  come recita l'art. 180 che in via esclusiva è l’unico soggetto pubblico che deve riscuotere il diritto connesso e a ruipartire i proventi ai aventi diritto.
Il magistrato di turno dopo un colloquio telefonico con i finanzieri ha fatto fare retromarcia alle fiamme gialle e alla fine  hanno  verbalizzato solo che l’emittente è a posto con i versamenti  siae.

Che ne dite?

Last edit: 29 Oct 2009 15:06 by .

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • paolo
29 Oct 2009 11:46 #42820 by paolo
Replied by paolo on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
Bravo! La penso allo stesso modo

Please Log in or Create an account to join the conversation.

More
29 Oct 2009 12:25 #42824 by PLATIMUN
Replied by PLATIMUN on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
Così si fa  BRAVO

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • John
29 Oct 2009 12:50 #42826 by John
Replied by John on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
meraviglioso!

:)

...ora che succederà?

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Topic Author
29 Oct 2009 12:58 - 29 Oct 2009 13:01 #42827 by
in merito all'annoso problema scf ci sono delle sentenze che mettono in croce la nota società di capitale!!!
la siae è l'unico organo competente ...avete mai letto il contratto Siae??
C'è una cosa importante dei brani possiamo farci tutte le copie ad uso interno
è bene ricordare che l'emittente deve esibire al momento del controllo i supporti originali o regolare fattura di acquisto per i negozi online tipo  tunes ecc!!!
Cmq Complimenti al collega al quale và il mio attestato di stima!
Last edit: 29 Oct 2009 13:01 by .

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • radioazzurrarandazzo
30 Oct 2009 00:07 #42844 by radioazzurrarandazzo
Replied by radioazzurrarandazzo on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
salve a tutti eccomi qua, mi hanno riferito e letto i vostri commenti, passato 4 ore di momenti che non auguro a nessuno, ma battagliero e deciso, forte della legge art.180 che come sapete da il potere di incassare esclusivamente alla SIAE. Premesso che a fine Luglio 2009 si presentavano al cancello della radio 3 persone che si qualificavano di essere della SCF in quel frangente non li feci entrare, anzi gli dissi " non voglio niente, non compro niente e non ho tempo d'ascoltare, ho del lavoro che mi aspetta" . Essi con la coda fra le gambe se ne andarono, ma subito dopo 10 minuti ricevetti una telefonata da SCF la segretaria che voleva intimidirmi. Ho risposto " non ho bisogno di nulla e non compro niente! " e gli o sbattuto giù il telefono. Dopo un minuto ancora altra telefonata appena sento SCF dico " basta rompere i c.......i non compro e non voglio niente, smettetela di rompere i C.....i e ributtai giù la telefonata.
Ecco la Finanza:  28 novembre 2009 la battaglia è iniziata alle ore 11,  2 finanzieri e 1 della polizia giudiziaria mi intimano di aprire su mandato del comandante della compagnia della guardia di finanza.
Cominciano a chiedere licenza per diritti di autore e connessi, chiedo chi li manda visto che con la SIAE sono in regola con i pagamenti,essi dicono il comandande. Dopo aver esibito prove del pagamento e contratto SIAE gli ricordo leggendo art.180  dove si evvince che " il diritto esclusivo alla riscossione è della SIAE" che a sua volta al punto 3 dovrà ripartire con gli aventi diritto. Ma duri proseguono vogliono fare copia del server archivio canzoni al quale nego la possibilità di effettuare tali operazioni. Chiamo l'associazione CONNA trovo il presidente Mario Albanesi che telefonicamente interviene a parlare con i finanzieri mostrando le ragioni, ma nulla i 3 iniziano a intimidire, dicendo che lo avrebbero fatto con autorizzazione del Magistrato, a quel punto non cedetti e cominciai chiamarare la questura, i carabinieri chiedendo di intervenire inquanto si profilava a mio avviso un abuso, ma ovviamente essi rispondevano che non potevano uscire per esposti o denunce contro colleghi, a quel punto chiamai il capitano della finanza che dio vuole riuscii ad averlo al telefono, spiegai le mie ragioni e esso ragionevolmente mi confermava che quello che stavo dicendo era giusto e che essi dovevano esclusivamente verificare l'autorizzazione. Invece i 3 proseguono e chiamano il magistrato di turno dr. Benelli che molto intelligentemente ha negato l'autorizzazione, invitandoli a produrre una memoria per poter valutare. La cosa si protrare ancora in telefonate del comandante e altre non so a chi, il tutto avveniva con il sottoscritto che cercava di tenere la calma, ma ogni tanto la voce si alzava e gli occhi sbarrati fuori di testa per ciò che stava succedendo, arrivati a 4 ore la decisione di scrivere il verbale, mi chiedono di utilizzare computer e stampante, ma da nero che ero gli risposi assolutamente no scrivete con la penna e carta carbone.Pensavo che scrivessero del mio rifiuto a copiare i dati, invece si limitano a scrivere che hanno fatto un controllo in tema di diritti di autore e diritti connessi, e scrivono che ho esibito documenti che provano che pago la SIAE e che ho licenza SIAE, a quel punto chiedono se voglio fare dichiarazioni, certo mi sono limitato a dire che pago da sempre la SIAE e ricordo una volta che cerano inseriti anche i diritti connessi oltre di autore, e poi ho dichiarato quello che recita art.180 puntualizzando che riconosco esclusivamente l'ente SIAE sia per diritti d'autore che connessi. A quel punto ore 15 si chiudono le operazioni. Premesso che SCF è un privato e che la SIAE il 23 ottobre 2009 ha fatto accordo per riscuotere i diritti connnessi per conto di AFI associazione fonografici italiani. Adesso cosa succederà? mi aspetto altra battaglia di SCF, ma l' Associazione Conna a già elaborato esposto da presentare in procura penale, oltre a questo si  vorrebbe organizzare una conferenza stampa, è già pronto il comunicato.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Topic Author
30 Oct 2009 09:51 #42847 by

salve a tutti eccomi qua, mi hanno riferito e letto i vostri commenti, passato 4 ore di momenti che non auguro a nessuno, ma battagliero e deciso, forte della legge art.180 che come sapete da il potere di incassare esclusivamente alla SIAE. Premesso che a fine Luglio 2009 si presentavano al cancello della radio 3 persone che si qualificavano di essere della SCF in quel frangente non li feci entrare, anzi gli dissi " non voglio niente, non compro niente e non ho tempo d'ascoltare, ho del lavoro che mi aspetta" . Essi con la coda fra le gambe se ne andarono, ma subito dopo 10 minuti ricevetti una telefonata da SCF la segretaria che voleva intimidirmi. Ho risposto " non ho bisogno di nulla e non compro niente! " e gli o sbattuto giù il telefono. Dopo un minuto ancora altra telefonata appena sento SCF dico " basta rompere i c.......i non compro e non voglio niente, smettetela di rompere i C.....i e ributtai giù la telefonata.
Ecco la Finanza:  28 novembre 2009 la battaglia è iniziata alle ore 11,  2 finanzieri e 1 della polizia giudiziaria mi intimano di aprire su mandato del comandante della compagnia della guardia di finanza.
Cominciano a chiedere licenza per diritti di autore e connessi, chiedo chi li manda visto che con la SIAE sono in regola con i pagamenti,essi dicono il comandande. Dopo aver esibito prove del pagamento e contratto SIAE gli ricordo leggendo art.180  dove si evvince che " il diritto esclusivo alla riscossione è della SIAE" che a sua volta al punto 3 dovrà ripartire con gli aventi diritto. Ma duri proseguono vogliono fare copia del server archivio canzoni al quale nego la possibilità di effettuare tali operazioni. Chiamo l'associazione CONNA trovo il presidente Mario Albanesi che telefonicamente interviene a parlare con i finanzieri mostrando le ragioni, ma nulla i 3 iniziano a intimidire, dicendo che lo avrebbero fatto con autorizzazione del Magistrato, a quel punto non cedetti e cominciai chiamarare la questura, i carabinieri chiedendo di intervenire inquanto si profilava a mio avviso un abuso, ma ovviamente essi rispondevano che non potevano uscire per esposti o denunce contro colleghi, a quel punto chiamai il capitano della finanza che dio vuole riuscii ad averlo al telefono, spiegai le mie ragioni e esso ragionevolmente mi confermava che quello che stavo dicendo era giusto e che essi dovevano esclusivamente verificare l'autorizzazione. Invece i 3 proseguono e chiamano il magistrato di turno dr. Benelli che molto intelligentemente ha negato l'autorizzazione, invitandoli a produrre una memoria per poter valutare. La cosa si protrare ancora in telefonate del comandante e altre non so a chi, il tutto avveniva con il sottoscritto che cercava di tenere la calma, ma ogni tanto la voce si alzava e gli occhi sbarrati fuori di testa per ciò che stava succedendo, arrivati a 4 ore la decisione di scrivere il verbale, mi chiedono di utilizzare computer e stampante, ma da nero che ero gli risposi assolutamente no scrivete con la penna e carta carbone.Pensavo che scrivessero del mio rifiuto a copiare i dati, invece si limitano a scrivere che hanno fatto un controllo in tema di diritti di autore e diritti connessi, e scrivono che ho esibito documenti che provano che pago la SIAE e che ho licenza SIAE, a quel punto chiedono se voglio fare dichiarazioni, certo mi sono limitato a dire che pago da sempre la SIAE e ricordo una volta che cerano inseriti anche i diritti connessi oltre di autore, e poi ho dichiarato quello che recita art.180 puntualizzando che riconosco esclusivamente l'ente SIAE sia per diritti d'autore che connessi. A quel punto ore 15 si chiudono le operazioni. Premesso che SCF è un privato e che la SIAE il 23 ottobre 2009 ha fatto accordo per riscuotere i diritti connnessi per conto di AFI associazione fonografici italiani. Adesso cosa succederà? mi aspetto altra battaglia di SCF, ma l' Associazione Conna a già elaborato esposto da presentare in procura penale, oltre a questo si  vorrebbe organizzare una conferenza stampa, è già pronto il comunicato.


Che dire, sicuramente è ammirevole il tuo sangue freddo.. penso che in pochi avrebbero avuto la tua determinazione di fronte a delle persone così decise.

Attualmente noi paghiamo SCF, ed anche profumatamente.
Ancora una volta però siamo nella situazione in cui di chiaro non esiste nulla, ci sono infatti sentenze che danno ragione ad SCF quindi io come molti altri non ce la sentiamo di correre rischi.

CORALLO, REA e via dicendo cosa ne pensano? La SIAE cosa dice?

Per esempio il punto 6 di questa pagina, anche se non chiarissimo, un'indicazione sembra la dia:
www.siae.it/UtilizzaOpere.asp?click_leve...ita_internet_faq.htm

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • radioazzurrarandazzo
30 Oct 2009 10:39 #42848 by radioazzurrarandazzo
Replied by radioazzurrarandazzo on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
in questi giorni è allo studio di  raccogliere  adesioni di emittenti per
bloccare la messa in onda di dischi delle case discografiche che sostengono
SCF e affinché non manderanno una liberatoria non verranno più trasmessi i
pezzi musicali.



oltre a questo stiamo valutando il connesso, perché sia gli autori e
connessi guadagnano vendendo musica grazie alle radio che fanno conoscere il
pezzo musicale, sarebbe giusto, visto il loro guadagno grazie alla nostra
messa in onda venga essere riconosciuta una percentuale su incassi di
guadagno.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Topic Author
30 Oct 2009 11:02 #42849 by

in questi giorni è allo studio di  raccogliere  adesioni di emittenti per
bloccare la messa in onda di dischi delle case discografiche che sostengono
SCF e affinché non manderanno una liberatoria non verranno più trasmessi i
pezzi musicali.


:o Se non sbaglio SCF rappresenta circa il 90% delle case discografiche... questo significherebbe in sostanza rimanere "bloccati" dal punto di vista musicale.

Sia chiaro, condivido l'iniziativa, ma si riesce a realizzare??  ::)

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • primaradio napoli
30 Oct 2009 11:06 - 30 Oct 2009 11:13 #42850 by primaradio napoli
Replied by primaradio napoli on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
Che mi risulti la REA queste cose le sta dicendo da tempo.
Il fatto è che quando non capita a te credi che la cosa non ti riguardi!
C'è una sola sentenza che va incontro a SCF, mentre tutte le altre danno ragione alle emittenti che, con coraggio, come il battagliero Gianpaolo tirano fuori gli attributi e non si lasciano intimidire.
Pechè di intimidazione si tratta.
Come appurato, il fatto grave è che certi organi si mettono a disposizione di certa gente che sono ne più che meno che normalissimi soggetti privati che dalla loro parte hanno folti uffici legali.
La REA, ha promosso una interrogazione parlamentare, e da tempo ha suggerito di boicottare quegli artisti che furbamente vengono a fare promozione gratis sulle nostre radio, che sono divenute negli ultimi vent'anni delle aziende con costi oggi divenuti insostenibili, per poi incassare diritti a vario titolo.
Non escluderei nemmeno quelli d'autore perchè come noto, molti artisti campano grazie a questi diritti che noi, direttamnete ed indirettamente, gli procuriamo.
E qui i si i ruoli si potrebbero tranquillamente vedere invertiti,
Nonostate tutto li cerchiamo e li preghiamo per avere e trasmettere singoli la cui messa in onda viene foraggiata con cifre a cinque zeri sulle nazionali.
La cosa da fare è banale e semplice....
...non rimanere isolati ed agganciarsi ad una associazione di categoria la più accreditata e degna che si ritiene e che possa realmente fare gli interesse di laboriosi editori, in modo trasparente ed onesto, ma sopratutto con sufficiente rappresentanza e peso e che non siano magari coperture di studi legali.
Si può anche rappresentare il 90% dei soggetti (cosa che dovrebbe essere maggiormente dimostrabile e non millantata) ma la cosa è ben diversa: l'unico soggetto che può, per legge, incassarlo è la Siae.
Mi sento di cuore di ringraziare Giancarlo, ed il forum di MBS, per averci riportato tempestivamente l'esperienza vissuta che diversamente sarebbe stata certamente stumentalizzata da qualche losco soggetto.
Saluti.
G.
Last edit: 30 Oct 2009 11:13 by .

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • radioazzurrarandazzo
30 Oct 2009 13:08 #42854 by radioazzurrarandazzo
Replied by radioazzurrarandazzo on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia
Vi comunico che alcune case discografiche contattate, mi hanno confermato che mi invieranno delibera riguardo i connessi, questo  fa capire che probabilmente tutte sono disponibili a rilasciare tale delibera, inquanto si rendono conto che le emittenti radio sono importanti per la loro vendita di dischi, e per far conoscere i pezzi nuovi. Dunque Vi invito a seguire anche autonomamente questa strada, inviando anche semplice fax alla casa discografica chiedendo delibera per la trasmissione dei loro pezzi musicali. Attendo conferme da chi otterrà per primo tali autorizzazioni segnalando a tutti la casadiscografica che aderice a questa iniziativa.

Radio Universal snc.
Giampaolo Bassi
3477558570

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • lollo
30 Oct 2009 13:14 #42855 by lollo
Replied by lollo on topic Re: La guadia di finanza fa retromarcia

Vi comunico che alcune case discografiche contattate, mi hanno confermato che mi invieranno delibera riguardo i connessi, questo  fa capire che probabilmente tutte sono disponibili a rilasciare tale delibera, inquanto si rendono conto che le emittenti radio sono importanti per la loro vendita di dischi, e per far conoscere i pezzi nuovi. Dunque Vi invito a seguire anche autonomamente questa strada, inviando anche semplice fax alla casa discografica chiedendo delibera per la trasmissione dei loro pezzi musicali. Attendo conferme da chi otterrà per primo tali autorizzazioni segnalando a tutti la casadiscografica che aderice a questa iniziativa.

Radio Universal snc.
Giampaolo Bassi
3477558570


Bisogna vedere quali sono queste case discografiche.... Le 4 major, tra produzioni e distribuzioni, hanno in mano un mercato consistente. Tagliarle fuori significherebbe non trasmettere musica ed artisti di grande successo...sicuri che il pubblico che ascolta voglia questo ? Io dico di no...

Please Log in or Create an account to join the conversation.

Time to create page: 0.074 seconds

MB STUDIO HOME / LITE / PRO

MB STUDIO PRO / LITE MB STUDIO is a radio automation software that will allow you to create and manage your own radio station playing all your media files: jingles, commercials, news, songs, Files from internet, live streams, live inputs from your sound card, satellite feeds. Automatically download news and shows from Internet. Multiple overlapping files and/or live sources (mic, line, aux). Voice tracking. Integrated CD Ripper. Integrated jukebox to play songs requested via sms / email messages. Display current playlist on your web site.

MB RECASTER PRO

video reel32MB RECASTER features an audio recorder with scheduler, a webcast module to send streams to any Shoutcast, Icecast or Windows Media server, AutoDJ function to play randomly your own audio files from up to 4 folders, a stream receiver allowing to record or recast to your server (transcoder), an audio converter from/to any format.

MB LIVE

MB LIVEMB LIVE is a software that stream a live audio\video feed from any place to an MB STUDIO PRO automation in the main radio studio. MB LIVE make use of a TCPIP connection. This program is free for MB STUDIO PRO users